A proposito di...

Lo stop al roaming e l’Europa che ci piace

 

L’abolizione definitiva delle tariffe di roaming è una tappa fondamentale per il completamento del mercato unico. L’accordo raggiunto è un grande passo in avanti e permetterà finalmente a tutti di chiamare, inviare messaggi e navigare senza per questo dover pagare un ulteriore sovrapprezzo. Un segnale di dinamismo in un periodo non facile: la dimostrazione pratica che l’Europa funziona quando riesce a dare risposte e a rendere più semplice la vita dei cittadini.

Sono convinto che l’intesa sull’abolizione del roaming possa rappresentare un modello per ulteriori integrazioni in altri settori. Dopo anni di trattative si è riusciti a siglare un accordo che tiene insieme due necessità, entrambe fondamentali: quella cioè di uniformare il sistema di tariffe all’estero per i consumatori e quella di consentire all’industria delle telecomunicazioni di continuare ad investire nelle infrastrutture di rete. Credo sia questa la linea su cui occorre insistere e lavorare: un’Europa che risolve i problemi e che crea opportunità di crescita e sviluppo è un’Europa che sa farsi ascoltare.

COSA PREVEDE L’ACCORDO

L’intesa consentirà, a partire dalla metà di giugno, l’effettiva abolizione delle tariffe extra.

L’ultimo ostacolo da superare, prima di cancellare il balzello telefonico per chi viaggia all’estero, erano i tetti dei prezzi all’ingrosso per i dati che gli operatori applicano tra loro. Secondo l’accordo, la riduzione del prezzo sui dati sarà prorgessiva: il 15 giugno il prezzo massimo per GB passerà dai 50 euro attuali a 7,7 euro, per poi scendere a 2,5 euro nel 2022. L’obiettivo dell’approccio progressivo (6 euro a GB nel 2018 4,5 nel 2019, 3.5 nel 2020 e 3.0 nel 2021) è di consentire all’industria delle telecomunicazioni di continuare a investire nelle infrastrutture di rete. I prezzi all’ingrosso di voce e sms subiranno un taglio definitivo dal 15 luglio: da 0.05 a 0.032 euro al minuto per la voce e da 0.02 a 0.01 euro per ciascun messaggio.

L’accordo è provvisorio e dovrà essere ratificato sia dal Parlamento europeo sia dal Consiglio, l’organismo che riunisce i governi dell’Unione europea.

LA RASSEGNA STAMPA

INFORMA MOLISE – Addio alle tariffe roaming. Patriciello: accordo storico, ora avanti in altri settori

I FATTI DI NAPOLI – UE: addio alle tariffe roaming. Patriciello: “Accordo storico. Ora avanti in altri settori”

INFO SANNIO – Addio alle tariffe roaming, Patriciello: “Accordo storico, ora avanti in altri settori”

ALTO MOLISE – Addio alle tariffe roaming. Patriciello: “Accordo storico, ora avanti in altri settori”

GAZZETTA DI NAPOLI – Europarlamento abolisce definitivamente tariffe roaming. Patriciello: tappa fondamentale

NEWS DELLA VALLE – Addio alle tariffe di roaming. Patriciello: “Accordo storico, ora avanti in altri settori”

CASERTA SERA – Telefonini, addio alla tariffe roaming in Europa. Patriciello: “Accordo storico, ora avanti in altri settori”

CAMPOBASSO LIVE – Addio alle tariffe roaming, Patriciello: “Accordo storico, ora avanti in altri settori”

MOLISE TABLOID – Roaming, stop alla tassa sulle chiamate in Europa. Patriciello: “Accordo storico”

DENTRO SALERNO – Bruxelles: addio alle tariffe roaming, Patriciello “Accordo storico, ora avanti in altri settori”

PRIMA PAGINA MOLISE – Addio alle tariffe di roaming

SALENTO POCKET – Addio alle tariffe di roaming. On. Patriciello: “Accordo storico, ora avanti in altri settori”

LA SIRITIDE – Patriciello su abolizione tariffe di roaming

TERRA DI BASILICATA – Addio alle tariffe di roaming. Patriciello: “Accordo storico, ora avanti in altri settori”

SEI TORRI.IT – Abolizione definitiva del roaming internazionale, Patriciello: “L’Europa funziona quando dà risposte concrete ai cittadini”

Commenta questo articolo